Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies (anche di terze parti). Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies. Accetto ×

Cerca

Categorie Feed

Iscrizione newsletter

  • Captcha

News details

Linea di lavaggio per immersione con ultrasuoni - LVM 200-4

Immagine della notizia

I gruppi ultrasonici applicati sui nostri impianti sono di nostra totale concezione e realizzazione, collaudati e sviluppati da oltre 15 anni. L’applicazione di energia ultrasonica a un liquido produce, all’interno di questo, oscillazioni di compressione ed espansione sulle bollicine microscopiche di gas presenti nei liquidi. Questo fenomeno, detto “cavitazione”, è diffuso in tutto il liquido, ma è particolarmente intenso sulla superficie dei corpi immersi in esso. Mediante tale cavitazione gli ultrasuoni attuano la loro azione di pulizia: la frantumazione delle bollicine crea onde d’urto microscopiche ma violentissime che disgregano e staccano lo sporco dalle superfici dei corpi immersi. L’azione di pulitura si esplica quindi su qualunque superficie anche se porosa o irregolare, in tutte le direzioni (anche nei fori ciechi), indifferentemente dal materiale in trattamento (materiali con spessori molto piccoli che possono essere danneggiati o assorbenti energia quali legno, gomma e plastica devono essere valutati di volta in volta).

Gli elementi costituenti i gruppi ultrasonici sono:

- Il trasduttore: è la parte che trasforma un segnale elettrico in onde sonore. Ogni trasduttore è costituito da una serie di elementi vibranti fissati su una lamiera inox AISI 316L ad alto spessore dotata di flangia per il montaggio sulle vasche. Gli elementi sono ancorati alla superficie vibrante con speciali resine epossidiche con procedimento di ricottura in forno. I suddetti elementi piezoelettrici sono costituiti ognuno da due dischetti in titanato zirconato di piombo (PZT) racchiusi entro due cilindri metallici a forma di sandwich. Gli elementi del trasduttore sono collegati al generatore mediante cavo di connessione;

- Il generatore: è la parte che eleva la frequenza da 50 a 25.000-40.000 Hz alimentando il trasduttore. Ogni generatore SILCO è interamente costruito allo stato solido, ed è essenzialmente composto da un oscillatore pilota a transistor e da uno stadio di potenza a diodi controllati (esecuzione di nuova generazione  a schede con microprocessori);

- Il rack di contenimento generatori: è la struttura che mantiene in sicurezza le schede-generatore con i dovuti collegamenti. Un sistema di ventilazione forzata a flusso assiale assicura il costante raffreddamento dei circuiti elettronici; l’interruttore d’inserimento è del tipo automatico ad intervento rapido, per evitare eventuali danni in caso di corto circuito. Ogni rack è in grado di contenere massimo 3 schede. www.silcotorino.com

Visualizza tutti